CdLT MOLISE

+39 0874-492500
+39 0874-492506 (fax)
Sede Regionale
via T. Mosca, 11
86100 Campobasso
info(chiocciola)cgilmolise.it
Vai ai contenuti


ORARI DI APERTURA
CAAF CGIL
TUTTI I GIORNI: 9.00-13.00    15.00-18.00
SABATO CHIUSO


 
ASSEGNO UNICO 2022: REQUISITI, IMPORTI E SCADENZE
A partire dal primo marzo 2022 gli assegni al nucleo familiare, le detrazioni fiscali per i figli a carico fino a 21 anni di età e/o maggiorenni inabili, l’assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori riconosciuti dai comuni e il premio alla nascita saranno sostituiti e inglobati da una nuova prestazione denominata Assegno Unico che sarà pagata direttamente dall’INPS.
Pertanto a partire dalla busta paga relativa al mese di marzo, tutti coloro che percepiscono ANF e detrazioni, avranno una sensibile riduzione  dello stipendio in quanto l’Assegno Unico, anche se di importo  complessivamente superiore, non sarà anticipato dal datore di lavoro. E’  necessario quindi prepararsi per tempo al fine di evitare i disagi  derivanti dai tempi di lavorazione delle pratiche da parte dell’INPS  anche perchè se la domanda sarà presentata dopo il 30 giugno 2022 non saranno pagati arretrati.
L’Assegno Unico avrà decorrenza dal primo marzo fino a febbraio successivo di ogni anno. Il beneficio sarà riconosciuto sulla base dell’ISEE.  E’ possibile, tuttavia, presentare la domanda anche senza ISEE ma in  questo caso si avrà diritto all’importo minimo. Consigliamo di  prenotarsi in anticipo presso il Caf della Cgil per richiedere l’ISEE  2022 in modo da farsi trovare pronti appena l’Inps rilascerà le  procedure informatiche per la richiesta dell’assegno unico  (presumibilmente non prima del 20 gennaio 2022).
...i Requistiti...
L’Assegno  Unico 2022 spetta a tutti ma sono previste una serie di maggiorazioni,  principalmente in base al numero di figli e alla presenza di disabili  (si terrà conto anche se entrambi i genitori lavorano). Tra i requisiti  premiati c’è quello anagrafico, le mamme under 21 hanno diritto a una  maggiorazione di 20 euro al mese indipendentemente dall’Isee.
A partire dal terzo figlio, poi, è prevista una maggiorazione per  l’assegno unico 2022 tra i 15 e gli 85 euro a figlio in base all’Isee,  mentre per i nuclei con 4 figli o più è prevista un’ulteriore  maggiorazione forfettaria da 100 euro al mese. Se entrambi i genitori  lavorano e l’Isee è basso, si avranno altri 30 euro in più, che si  azzerano oltre i 40mila euro.
...gli Importi dell'Assegno...
Ma  quali sono gli importi previsti per l’assegno unico 2022 a seconda dei  requisiti? Ad esempio, una famiglia con un Isee fino a 15mila euro  riceverà 175 euro al mese con un figlio, 350 con 2, 610 con 3 e 970 con 4  (la cifra sale a 1.090 euro al mese se entrambi i genitori lavorano,  con 30 euro per 4 figli, 120 euro in più).
A questa cifra vanno aggiunti i 20 euro al mese a figlio in caso di  mamma under 21. I nuclei che superano i 40mila euro di Isee invece  riceveranno per l’assegno unico 50 euro al mese con un figlio, 100 euro  con due figli, 165 euro con tre figli, 330 euro con 4 figli. Anche in  questo caso vanno aggiunti i 20 euro a figlio se la mamma ha meno di 21  anni mentre non viene prevista la maggiorazione per entrambi i genitori  lavoratori.
La formula dell’assegno unico 2022 prevede che, le famiglie che hanno  figli disabili riceveranno l’assegno unico senza limiti di età dei  figli. Per i figli minori a carico si ricevono 105 euro al mese in più  in caso di non autosufficienza, 95 euro in caso di disabilità grave e 85  euro in caso di disabilità media.
Per figli maggiorenni disabili, e fino a 21 anni, si riceveranno 50  euro al mese in più (che si sommano all’assegno previsto tra i 18 e i 21  anni) mentre oltre i 21 anni si continuerà a ricevere un assegno in  base all’Isee che andrà da 85 a 25 euro al mese.

  








RICHIESTA CONGEDO PARENTALE




Leggendo  qua e là commenti alla nostra attività, ci è sembrato chiaro che molti  non abbiano idea di cosa sia un sindacato e quale ne siano funzioni e  finalità. Non stiamo certo parlando di iscritti e delegati, ma dei tanti  che, per sentito dire, ripetono slogan e filastrocche di chi vorrebbe  indebolire il sindacato appiccicando etichette e limitando  funzioni.  Per sapere cosa è un sindacato, anzi, cos’è la CGIL, non c’è di meglio ( oltre a seguire tutte le nostre attività su www.rassegna.it ) che la nostra Carta fondamentale, il nostro Statuto, del quale per qualche giorno vi pubblicheremo i principi costitutivi.
Il testo integrale lo troverete sempre linkato. Buona navigazione!




Creato da S. Fanelli
Torna ai contenuti